Sergio Berardo presenta in alta Valle Stura il suo nuovo gruppo. Si tratta della Quimera, formazione di musica popolare di connotazione più acustica rispetto allo storico "dalfin" che ha promosso e continua a segnare la rinascita culturale d'oc cis e transalpina.
Nata nell'inverno scorso x proporre uno spettacolo dedicato al natale in occitania, La Quimera offre, nella propria versione "estiva", un repertorio da ballo che spazia dalla musica delle nostre valli alle differenti danze dell'area d'oc come borreias, escotichas, rondeus, rigodons ecc.
Agli strumenti tipici della tradizione occitana come ghironda, fisarmonica cromatica e diatonica, violino, fifre, cornamuse la quimera affianca una sezione ritmica formata dal basso e da un set minimale di batteria. Il tutto realizzato strizzando l'occhio più allo swing, al ragtime, al liscio che non al rock di ispirazione delfiniana così noto nelle valli e altrove.
Il gruppo si compone di Riccardo Serra (batteria), Carlo Revello (basso), Chiara Cesano (violino), Enrica Bruna (fifre, flauti), Roberto Avena (fisarmonica cromatica), oltre al succitato Sergio Berardo (ghironda, organetto, flauti, cornamuse, ukulele).
La serata, organizzata dall'Ecomuseo della Pastorizia, si terrà a Pontebernardo (CN), sabato 14 giugno a partire dalle 21,30 con ingresso libero.

Quello che ci aspetta è un fine settimana ricco di impegni.
Si comincia domani, venerdì 30 maggio, a Cremona: alle 18 saremo ospiti del Festival Le Corde dell'Anima; in Piazza del Duomo dialogheremo musicalmente con Lorenzo Beccati che presenterà il suo romanzo Pietra è il mio nome. Modera Luca Crovi.

Si continuerà sabato 31 maggio a Dronero (Cn): alle 22 suoneremo in Località Pra Bunet per la Fiera degli Acciugai.
E per finire domenica 1 giugno la Grande Orchestra Occitana suonerà dalle ore 15 al Foro Frumentario di Dronero, sempre nell'ambito della Fiera degli Acciugai.

Tutti e tre i concerti sono a ingresso gratuito.

Vi segnaliamo che gli organizzatori del concerto previsto a S. Marzano Oliveto il 24 maggio hanno deciso, con il nostro accordo, di spostare la data a sabato 28 giugno in quanto le piogge previste nelle giornate di giovedì 22 e venerdì 23 potrebbero danneggiare non poco l'area dove è previsto lo svolgimento dello spettacolo.
Ci scusiamo per il disagio!

Les vòus ei pas per la charriera son la musica de mon chamin ma quarque ser un semiton sòna e companha nostre chansons
 
Le voci e i passi per la strada sono la musica del mio cammino ma qualche sera un organetto suona e accompagna le nostre canzoni
 
In questa strofa dalla canzone ”Anchoier” tratta dall’ultimo CD de Lou Dalfin è chiaramente evidenziato lo storico rapporto di affinità tra gli acciugai, per antonomasia praticanti di un mestiere “on the road” e i suonatori ambulanti di viulo (la ghironda), figure mitiche di girovaghi che dalla Valle Maira rotavano, per le vie del mondo, la musica  a manovella dei loro strumenti.
Chi pensa che la gente della nostra montagna occitana sia da ritenersi legata a una dimensione stanziale dell’esistenza e delle proprie attività economiche commette un grave errore.
Al di la’ dei grandi flussi migratori che hanno in tempi relativamente recenti svuotato le frazioni e i paesi valligiani, storicamente le popolazioni occitane hanno praticato lavori legati a una dimensione nomade, dal commercio di stoffa, al pastore transumante, al bottaio , al mercante di capelli fino ad arrivare alle succitate attività di acciugaio e di “busker” della ghironda. La musica occitana così come la danza ricoprono un ruolo imprescindibile dallo svolgimento di una festa antica e tradizionale come quella di San Marcelin, che grazie alla collaborazione della gente legata alla propria terra, tradizione e a coloro che li sostengono, è giunta alla 168° edizione.-
La manifestazione avrà inizio Sabato 26 aprile 2014 alle ore 15,30 con l’apertura dei mercatini e delle mostre fotografiche di Sergio Garino e progetto Har. Seguirà  il corso di ballo occitano (gratuito) tenuto da Daniela Mandrile, l’apertura del banco di beneficenza e il servizio di ristorazione.
La fiaccolata con il gruppo LO CEPON darà inizio alla grande serata musicale e danzante con i LOU DALFIN; chiuderà la serata Dj FABRY PRINCE.
Alla domenica 27 Aprile 2014 verrà svolta la Santa Messa con processione.Le stradine di Macra saranno occupate da coloratissime bancarelle che esporranno prodotti artigianali.
Sarà possibile pranzare sotto il tendone con il servizio gastronomico “DINAR A LA MODA DE LHI ANCHOIERS”
IL pomeriggio sarà allietato da spettacoli per grandi e piccini con BARBA BRISIU (lo scultore con la motosega)e PREZZEMOLO ( e i giochi di una volta); e ancora tanta musica e gran ballo occitano con SERGIO BERARDO “RESCONTRE DI SONAIRES”

Video

Twitter